Blog

20 gennaio 2018: 10 candeline per Breaking Bad e 20 per Dawson's Creek
20 gennaio 2018: 10 candeline per Breaking Bad e 20 per Dawson's Creek
sabato 20 gennaio 2018 alle 17:44

Oggi, 20 gennaio 2008, è un giorno da ricordare per gli amanti delle serie tv: è in questa data che 20 anni fa esordì sul piccolo schermo una sorta di “serie di formazione” per adolescenti, mentre 10 anni dopo è avvenuto ciò che per molti è il punto di non ritorno per il piccolo schermo, ossia il lancio della serie migliore di tutti i tempi. Dunque: se per Dawson’s Creek sono 20 candeline, per Breaking Bad sono 10, e in modo chiaramente differente sono due produzioni che hanno fatto storia. Premessa: non si vuole assolutamente paragonarle, perché il divario artistico e contenutistico è grande, ma soprattutto sono rivolte a un pubblico totalmente differente. Per chi è stato adolescente a cavallo tra gli anni ’90 e i primi anni ‘2000 è difficile non essersi confrontato con i sogni di regia di Dawson (James Van Der Beek), con la sua amicizia con Joey (Katie Holmes) e Pacey (Joshua Jackson), le prime esperienze d’amore, ma anche tematiche come divorzio e omosessualità: una serie che soprattutto nelle prime stagioni è stata interessante e incisiva e che poi ha perso qualità nel corso degli anni. Percorso inverso, invece, per quanto riguarda Breaking Bad, che racconta le vicende di Walter White (Bryan Cranston), docente di Chimica in crisi per diversi motivi finchè la situazione precipita quando gli viene diagnosticato un cancro ai polmoni e, dopo un incontro fortuito con un suo ex allievo diventato spacciatore, decide di produrre lui stesso sostanze stupefacenti. Una serie che ha quasi raggiunto la perfezione – arrivando al suo culmine con la 5° stagione, la migliore – che ha collezionato 16 Emmy Award, 2 Golden Globe, oltre ad essere stata inserita come tredicesima tra le serie meglio scritte di tutti i tempi.

Articolo di Lorenzo Bianchi