Blog

Game of Thrones 8x01 – Ritorno a Grande Inverno
Game of Thrones 8x01 – Ritorno a Grande Inverno
lunedì 15 aprile 2019 alle 20:36

Finalmente ci siamo.

Dopo due anni di logorante attesa, il grande momento è arrivato: questa notte è andata in onda la prima puntata dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones, serie evento targata HBO che con un epilogo – si spera – epocale, si prepara a fare la storia del piccolo schermo.

Nel caso non abbiate ancora visto la puntata vi consigliamo di fermarvi qui; in caso contrario, proseguite pure con la lettura.

Come c’era da aspettarsi, il primo episodio è servito da riassestamento collettivo: si apre l’ottava stagione, si chiude un cerchio. Specularmente alla prima puntata, il cui debutto risale al 17 aprile 2011, il ritorno di Game of Thrones trova infatti la propria ambientazione a Grande Inverno, su quelle stesse note musicali che un tempo furono del Re di Westeros Robert Baratheon: questa volta, però, a varcare le porte di Winterfell sono Jon e Daenerys, i due personaggi più iconici dell’intera saga, ora finalmente alleati. Un maestoso incipit mostrato attraverso gli occhi sbalorditi di un bambino (ricordate Bran nel primo episodio?), consegnando direttamente allo spettatore il ruolo di testimone della grandiosa Storia che verrà.

L’inverno sta arrivando: ce lo ripetiamo – noi insieme ai personaggi – sin dalle primissime battute della serie. Un motto che, infine, si è trasformato in realtà: il Re della Notte ha infranto la Barriera e si appresta a sferrare il proprio apocalittico attacco. L’inverno è arrivato.

Non è più tempo per difendere gelosamente i propri titoli reali, non è più tempo per sfidarsi al crudele gioco dei troni: bisogna combattere insieme per sconfiggere il male più grande. Eppure, accanto ad alleanze rinvigorite (o ritrovate), altre sembrerebbero dare pericolosi segnali di vacillamento.

Ripercorriamo questo primo episodio nei suoi momenti più salienti.

Your mother was Lyanna Stark. And your father, your real father, was Rhaegar Targaryen.

Il momento a lungo atteso è FINALMENTE arrivato. Tutti noi eravamo ben a conoscenza del fatto che Jon Snow, il “bastardo del Nord”, fosse in realtà Aegon Targaryen, legittimo erede al Trono di Spade, ma le sconvolgenti parole pronunciate dall’amico fedele Samwell Tarly giungono ora a colpire il diretto interessato come un fulmine a ciel sereno. E, neanche a dirlo, finiranno per minare irrimediabilmente il suo legame – politico e sentimentale – con Daenerys.

You’ve completely ruined the horses for me

Ancor prima della clamorosa rivelazione, un altro momento memorabile ci suggerisce che Jon non potrà sfuggire al suo destino di Targaryen: la spettacolare sequenza tra le nevi del Nord che insegue la sua prima cavalcata sul dorso di un drago, Rhaegal per la precisione (il quale, non a caso, porta il nome del fratello di Daenerys e padre di Jon).

You used to be taller

Era uno dei confronti più attesi dell’intero episodio e non ha deluso le aspettative: l’emozionante ricongiungimento tra Jon e Arya si trasforma in un dolcissimo abbraccio fraterno che, inevitabilmente, ci riporta indietro di otto stagioni, a quella “maledetta” 1×02 che segnò la definitiva separazione della famiglia Stark e l’inizio di tutto.

I’m waiting for an old friend

Infine, un’altra reunion ci ha lasciati con il fiato sospeso: quella tra Jaime e Bran. Fu proprio lo Sterminatore di Re a gettare il piccolo Stark da una finestra alla fine della puntata 1×01, condannandolo come storpio. Eppure, se non fosse stato per Jaime, Bran non sarebbe mai diventato il Corvo a Tre Occhi: siamo sicuri che la sua storia avrà ancora molto da raccontare.

Tra ricongiungimenti più o meno felici – ma comunque trepidamente attesi dagli spettatori –, clamorose rivelazioni e sanguinose intimidazioni da parte di una minaccia che si fa sempre più concreta, il primo episodio né sconvolge, né delude: semplicemente, rimette insieme i pezzi di un puzzle troppo a lungo disseminato, preparando i nostri al grande scontro finale.

 

 

Articolo di Redazione