“CELL BLOCK 99 – NESSUNO PUÒ FERMARMI” DI S. CRAIG ZAHLER

Bradley Thomas (Vince Vaughn) viene licenziato ed è a un passo dal fallimento matrimoniale. In cerca di denaro, accetta un lavoro sporco per conto di una vecchia conoscenza, ma qualcosa va storto e la sua corsa finisce in galera: qui rimarrà intrappolato in un vortice di brutalità senza fine.
Dal regista di Bone Tomahawk, Cell Block 99 ha scosso l’ultima Mostra del cinema di Venezia, dove era stato presentato come “uno dei film più violenti degli ultimi anni”prison movie folle e scanzonato, è stato in grado di mettere a dura prova gli stomaci degli spettatori. Le scene destinate a diventare cult non si contano e il fascino dei personaggi (un Vince Vaughn luciferino e mai così arrabbiato, accompagnato dalle icone Don Johnson e Udo Kier) lo rende uno dei tasselli irrinunciabili dell’annata cinematografica.