La locandina del film "Beata ignoranza"

Ernesto (Marco Giallini) e Filippo (Alessandro Gassmann) sono due professori di liceo con delle personalità agli antipodi: il primo è un conservatore rigorosamente senza computer, il secondo un progressista perennemente collegato al web. Un tempo amici, poi divisi a seguito di un episodio relativo al loro passato, i due si ritrovano a insegnare nella stessa scuola…

Un film fuori tempo massimo, che parla dell’ossessione per il web e i social network con riflessioni e spunti sociologici ormai vetusti e comunque poco interessanti. A serie di alcuni eventi non troppo giustificabili dalla sceneggiatura del film, Ernesto e Filippo finiranno per scambiarsi i ruoli: il primo si troverà costretto a immergersi nell’universo digitale, il secondo dovrà rimanere esterno alla rete per qualche tempo. Un’esperienza che, guarda caso, li porterà a mettere in discussione le relative certezze. Se già le gag sono stantie – e si tratta di una commedia a tutti gli effetti – anche i due attori principali sembrano crederci poco e il film procede col pilota automatico dal primo all’ultimo minuto. Un film pigro e senza verve, totalmente incapace di coinvolgere. Si può tranquillamente evitarlo.

Nei cinema

Dal 23 febbraio 2017

In TV

In streaming