La locandina del film "Il buongiorno del mattino"

Il buongiorno del mattino

Morning Glory

Becky (Rachel McAdams) è la giovane e motivata produttrice esecutiva di un programma televisivo a rischio chiusura. La ragazza riesce a coinvolgere il burbero e accreditato giornalista Mike Pomeroy (Harrison Ford), che conduce il notiziario con Colleen Peck (Diane Keaton), ma i due si detestano e faticano a lavorare insieme. Intanto, Becky conosce Adam (Patrick Wilson) con cui inizia una relazione, ma il lavoro si metterà di traverso.

Il film cerca di mostrare (con esiti ben poco felici) il brutto mondo che si cela dietro la brillante patina offerta dalle telecamere televisive, fatto di gelosie, dispetti e litigi. I più giovani, con idee fresche che si rivelano poi vincenti, vengono coinvolti solo quando non ci sono alternative. Sono queste le amare constatazioni nascoste dietro questa commedia romantica: il problema è che non si ha il coraggio di portarle fino in fondo, preferendo soluzioni leggere e scontate a un finale diverso che avrebbe potuto lasciare il segno. Rachel McAdams è adorabile, Harrison Ford diverte nei panni del giornalista scorbutico e Diane Keaton è una spalla preziosa per le gag comiche, ma la banalità con cui vengono sviluppate le idee e i dialoghi risalta in tutta la sua inconsistenza.

Nei cinema

In TV

In streaming