La locandina del film "Duran Duran: Unstaged"

Duran Duran: Unstaged

Duran Duran: Unstaged

Nel 2011, David Lynch riprende a Los Angeles la data del tour dei Duran Duran, a supporto dell'album All You Need Is Now. Una carrellata di pezzi nuovi e hits degli anni '80 e '90 della band di Birmingham, filtrati dalla lente distorta del regista americano.

David Lynch non è nuovo a incursioni nel mondo musicale: basti pensare ai diversi album da lui stesso prodotti o ai video realizzati per Moby, Nine Inch Nails e Chris Isaak. In questo caso, lo stile surreale, le incursioni nell'assurdo e le sovrapposizioni oniriche tipiche del cinema lynchiano vengono mixate assieme alle immagini e alle note dei Duran Duran. Un esperimento gratuito e sostanzialmente innocuo, considerabile come un lungo videoclip con il quale il visionario autore, probabilmente ridendo sotto i baffi, tenta di disorientare i fan della band inglese e contemporaneamente di ingolosire i propri. Il bizzarro mondo artistico di Lynch non è sicuramente un Ordinary World: operazione assai poco riuscita. Partecipano al live, nel quale Simon Le Bon e soci appaiono in discreta forma, anche alcuni ospiti quali Beth Ditto dei Gossip (Notorious) e Gerard Way, voce dei My Chemical Romance (Planet Earth).

Nei cinema

In TV

In streaming