La locandina del film "Harry Potter e i doni della morte – Parte 2"

Per la resa dei conti finale con Lord Voldemort (Ralph Fiennes), Harry Potter (Daniel Radcliffe) torna a Hogwarts, dove si scatena un'epica battaglia tra maghi e Mangiamorte. Ma, oltre a combattere il Signore Oscuro e il suo esercito, il maghetto deve anche scoprire, dolorosamente, i segreti di Albus Silente (Michael Gambon) e Severus Piton (Alan Rickman).

Risollevando le sorti della fiacca prima parte Harry Potter e i doni della morte – parte 2 regala alla celeberrima saga tratta dai romanzi di J.K Rowling una degna conclusione. Rispettando l'afflato epico richiesto, la pellicola si muove in delicato equilibrio tra la grandiosa battaglia di Hogwarts e il dramma individuale di Harry, costretto prima a vedere i suoi amici morire sotto le maledizioni dei Mangiamorte e poi a offrirsi in sacrificio per liberare il mondo da Voldemort. Molto toccanti le sequenze del passato di Severus Piton, in cui vengono svelati i retroscena sulla famiglia del maghetto e su Silente, e quasi d'avanguardia la sequenza metafisica in una King's Cross Station invasa di luce bianca. Azione e sentimenti sono dosati con grande attenzione e, per una volta, gli effetti digitali sono utilizzati assennatamente per costruire scene di massa difficilmente dimenticabili. Un fantasy-movie ben riuscito, più per young adults che per bambini, a chiusura appropriata di una delle saghe più amate di tutti i tempi.

Nei cinema

In TV

In streaming