La locandina del film "Hunter Killer"

Hunter Killer

Hunter Killer

GENERE:

Azione

NAZIONE:

Usa, Cina

Anno:

2018

Durata:

121 min

Formato:

col

Una scena di "Hunter Killer"

Sotto la superficie del Mar Glaciale Artico, il capitano Joe Glass (Gerard Butler) è incaricato di sventare un colpo di stato che potrebbe mettere in crisi l’ordine mondiale. Con il suo sottomarino e sotto la supervisione dei più alti ufficiali dell’esercito americano dovrà guidare una squadra di Navy Seals alla ricerca del Presidente Russo, in mano a un gruppo di rivoltosi. La sua missione sarà fondamentale per evitare quella che potrebbe diventare la Terza Guerra Mondiale.

Si potrebbe essere gentili, definendo semplicemente Hunter Killer un film fuori tempo massimo, che poteva essere interessante in quegli anni Ottanta in cui gli Stati Uniti erano sotto la presidenza di Ronald Reagan, ma che oggi appare soltanto un prodotto stantio e privo di alcuno spunto degno di tale nome. Essere gentili, però, potrebbe non bastare per spiegare una sceneggiatura tanto maldestra e incolore, ancorata a un’idea di virilità (anche questa) che ha ben poco senso col cinema d’azione contemporaneo e che finisce per apparire involontariamente come una parodia del genere, da tanto è sopra le righe e incapace di proporre una narrazione quantomeno decorosa. Ogni riflessione politica è trattata con una superficialità imbarazzante e, cosa ancor peggiore per un prodotto di questo tipo, la resa è noiosissima e il film non riesce mai a intrattenere come dovrebbe. Pessima la regia dell’inesperto Donovan Marsh, ma dal disastro non si salva neanche Gary Oldman, che per il suo film precedente (L’ora più buia, in cui interpretata Winston Churchill) aveva vinto l’Oscar e che qui partecipa a uno dei progetti peggiori della sua intera carriera.

Nei cinema

Dal 8 novembre 2018

In TV

In streaming