La locandina del film "Italo"
Una scena di "Italo"

Nel paesino di Scicli, in Sicilia, arriva un cane randagio che conquista l'affetto dell'intera cittadina. Lo chiameranno Italo.

Ispirato a una storia vera, è l'esordio dietro la macchina da presa di Alessia Scarso. Un'opera prima timida e incapace di lasciare tracce o… sarebbe meglio dire impronte. La sceneggiatura, banalissima, è il gigantesco problema di una pellicola priva di personalità e capace soltanto di affidarsi a un registro smielato e retorico. È un film che può piacere soltanto ai bambini, ma anche loro rischiano di stancarsi presto. L'unico attore degno di tale nome è il golden retriever protagonista.

Nei cinema

In TV

In streaming