La locandina del film "Il viaggio"

Il viaggio

The Journey

GENERE:

Drammatico

NAZIONE:

Gran Bretagna

Anno:

2016

Durata:

94 min

Formato:

col

Il leader del Partito democratico unionista Paisley (Timothy Spall) e il politico del Sinn Fein Martin McGuinness (Colm Meaney), costretti a fare un viaggio insieme pur essendo nemici giurati, abdicarono per un attimo alle controversie che li avevano indotti ad odiarsi in passato per siglare un’amicizia insolita e spiazzante, che li fece passare alla storia con il nome di “Chuckle Brothers”.

Una storia curiosa e perfino straordinaria, quella portata sul grande schermo dal regista nordirlandese Nick Hamm, un vero e proprio road movie da camera che narra di un grande compromesso con i toni ironici e brillanti di una ricostruzione storica fantasiosa ma efficace. Il film di Hamm mette volutamente fuori campo la sanguinosa e truculenta storia dell’Irlanda del Nord, per vedere l’Ulster e i suoi conflitti interni da un'altra prospettiva più solare e dialettica. Lo fa non certo per costruire una forzosa retorica gioiosa e positiva intorno al proprio paese, ma per far vivere sullo schermo, attraverso la fisicità e la grande verve attoriale di Spall e Meaney, un esempio vivo e pulsante di magistero diplomatico e di arte della mediazione. Onesto ma non eccelso cinema di parola improntato ai sani principi del miglior cinema giornalistico, quella di Hamm è un’opera dal buon ritmo ma con dalla sua anche diverse cadute di tono e d’interesse, a causa soprattutto di una concatenazione di dialoghi godibile anche se non sempre equilibrata e perfettamente rifinita. Un’operazione accattivante ma incapace di scendere troppo in profondità, gradevole e avvolgente ma diseguale e sostenuta quasi unicamente da due interpreti dalle spalle larghe.

Nei cinema

Dal 30 marzo 2017

In TV

In streaming