La locandina del film "The Meyerowitz Stories"

The Meyerowitz Stories

The Meyerowitz Stories

GENERE:

Commedia

NAZIONE:

Usa

Anno:

2017

Durata:

110 min

Formato:

col

Una scena di "The Meyerowitz Stories"

Harold Meyerowitz (Dustin Hoffman) ha avuto quattro mogli e tre figli (Ben Stiller, Adam Sandler e Elizabeth Marvel) che nella vita hanno preso strade molto diverse. I tre, però, si ritroveranno a New York per un’esibizione collegata alla carriera artistica del padre.

Dopo Giovani si diventa (2014) e Mistress America (2015), Noah Baumbach prosegue a raccontare i rapporti intergenerazionali con discreto spessore. In questo caso la vicenda si snocciola attorno a una famiglia (non) come tante, dove ogni membro ha subito delle perdite importanti e maturato un certo cinismo nei confronti degli altri esseri umani. In maniera ancora più evidente che in passato, il modello a cui tende sembra essere il cinema di Woody Allen, con il suo umorismo ebraico e i discorsi fortemente filosofici che vengono soltanto nascosti da dialoghi in apparenza superficiali. Se le basi per un interessante riflessione (anche) sull’America contemporanea c’erano tutte, in questo caso però il copione manca di incisività e, nonostante la buona scrittura dei personaggi principali, non ci sono grandi spunti da portarsi dentro al termine della visione. La fluidità dei dialoghi è evidente, ma alcuni momenti appaiono un po’ forzati e riescono soltanto a far sorridere senza lasciare molto di più allo spettatore. Diviso in capitoli, The Meyerowitz Stories segue una struttura drammaturgica troppo standard per poter emozionare come dovrebbe. Così così anche il lavoro del cast. Prodotto da Netflix, il film è stato presentato in concorso al Festival di Cannes 2017.

Nei cinema

In TV

In streaming