La locandina del film "Mia e il leone bianco"

Mia e il leone bianco

Mia et le lion blanc

Mia (Daniah De Villiers) è una quattordicenne che vive in Sudafrica insieme ai genitori, affezionatissima a un cucciolo di leone bianco di nome Charlie. Un giorno la ragazza scopre che il padre (Langley Kirkwood) vuole vendere l'animale ai cacciatori di trofei: decide così di scappare insieme a Charlie per raggiungere la riserva naturale di Timbavati.

Film per giovani e giovanissimi infarcito di buoni sentimenti e scenari esotici, Mia e il leone bianco rientra in tutto e per tutto nei passaggi narrativi e nella scansione degli eventi tipica dei prodotti di questo genere, facendo il pieno di retorica ma in maniera tutt’altro che bieca e disonesta. Racconto di un’amicizia tra un’umana e un animale selvaggio, tenera e piena di momenti toccanti, il film di De Maistre, nonostante l’aderenza piena ai suddetti canoni, riesce infatti a trovare la sua strada per stupire, umilmente e senza troppi fronzoli. Il merito è in gran parte dell’uso di un leone reale nelle scene d’interazione con gli attori in carne e ossa: un elemento assai rischioso sul piano delle dinamiche di messa in scena, ma che conferisce a quelle sequenze, e all’operazione in generale, una spontaneità non scontata. Tale rarità è amplificata senz’altro, a livello emozionale, dalla crescita reale degli attori più giovani nell’arco dei tre anni che sono serviti a completare le riprese: un tocco alla Boyhood (2014) che non cancella i limiti dell’insieme e i passaggi più forzati e stucchevoli, ma che aggiunge comunque un elemento di interesse non da poco.

Nei cinema

Dal 17 gennaio 2019

In TV

In streaming