La locandina del film "La neve cade sui cedri"

La neve cade sui cedri

Snow Falling on Cedars

Una scena di "La neve cade sui cedri"

Stato di Washington, anni Cinquanta. In seguito al misterioso omicidio di un pescatore viene accusato il collega giapponese Kazuo (Rick Yune): Ishmael (Ethan Hawke), un giornalista locale, sospetta che l'uomo sia innocente e vorrebbe dimostrarlo. Per lui però non è facile indagare perché la moglie di Kazuo, Hatsue (Yūki Kudō), è stata sua amante tempo addietro e Ishmael prova ancora dei sentimenti per lei.

Tratto dall'omonimo romanzo di David Guterson, La neve cade sui cedri è un dramma lento e fiacco costruito su una vicenda piuttosto debole e facile a esaurirsi, cosa che non giova certo a mantenere viva l'attenzione, complice anche l'insostenibile durata di oltre due ore. La questione razziale (l'avversione degli americani verso la comunità giapponese dopo Pearl Harbor) sembra quasi un pretesto per un melodramma che va a scomodare amicizie e amori lontani nel tempo ma mai dimenticati e li ritrae con dovizia di retorica e pedanteria, traghettando l'insieme verso un finale scontato e melenso. Notevole la fotografia di Robert Richardson, candidato all'Oscar, mentre tra gli attori si distingue senza dubbio Max von Sydow nei panni dell'avvocato difensore.

Nei cinema

In TV

In streaming