La locandina del film "The Prestige"

La rivalità tra Robert Angier (Hugh Jackman) e Alfred Borden (Christian Bale), illusionisti sulla cresta dell'onda, aumenta fino a trasformarsi in vera e propria ossessione. Il primo, elegante e sofisticato, non perdona al secondo, rustico e sanguigno, la morte della moglie (Piper Perabo) durante un numero particolarmente rischioso.

Christopher Nolan adatta, insieme al fratello Jonathan, il romanzo omonimo di Christopher Priest e lo plasma alla propria poetica registica, realizzando un thriller ironico e affascinante dotato di una maestria tecnico-visiva da manuale. Il mistero che permea la vicenda si accompagna a una struttura narrativa che gioca con le aspettative dello spettatore, stravolgendo e ipnotizzando mediante riflessioni sull'identità: ciò che emerge è un infinito gioco di specchi, metafora (anche e soprattutto) della materia cinematografica («Osserva attentamente: il trucco è ciò che conta») e della crudeltà alla base di ogni sistema, sia esso sociale o votato allo spettacolo. Il ritmo serrato e la cupa fotografia di Wally Pfister completano un quadro abbagliante anche se un po' farraginoso: il rischio è di perdersi, ma ne vale comunque la pena. Cast in forma smagliante: convincente Christian Bale, eccezionale Michael Caine nel ruolo di John Cutter. La vera rivelazione è però un intenso Hugh Jackman. David Bowie interpreta Nikola Tesla. Candidato a due Oscar (miglior fotografia, scenografia).

Nei cinema

In TV

In streaming