La locandina del film "Quel che resta del giorno"

Quel che resta del giorno

The Remains of the Day

Una scena di "Quel che resta del giorno"

Maggiordomo in casa di un nobile conservatore (James Fox), che negli anni della Seconda guerra mondiale manifesta simpatie filogermaniche, l'efficiente James Stevens (Anthony Hopkins) è fedele al suo ruolo in maniera impeccabile, glaciale nei rapporti con il mondo circostante e deciso solo a lavorare con estrema dedizione. L'altra governante della casa, Miss Kenton (Emma Thompson), s'innamora di lui, senza tuttavia, apparentemente, venire ricambiata.

Il più grande film di James Ivory. A partire dall'omonimo romanzo del 1989 del giapponese (naturalizzato britannico) Kazuo Ishiguro, vincitore del Man Booker Prize for Fiction, il regista di Casa Howard (1992) tratteggia un'opera di straordinaria coerenza, in cui il formalismo lambisce con grazia la struttura del film e, parimenti, le dinamiche narrative interne allo stesso: una sorta di piccolo miracolo, dotato di una confezione impeccabile. Nel formulare l'integrità assoluta del personaggio del maggiordomo Stevens, Anthony Hopkins si conferma attore d'eccezionale grandezza: guidato in maniera magistrale da una regia in grado di coniugare sadismo e benevolenza nei riguardi del suo protagonista, e da una sceneggiatura – firmata da Ruth Prawer Jhabvala – controllata e sapiente, è la perfetta incarnazione di un personaggio delicato e al contempo titanico, corollario vivente di rigore e severità. Attorno a lui, un mondo in continua evoluzione, frenetico e cangiante, dal quale si auto-esclude senza alcuna pietà: Stevens diventa un centro di pensieri e di forme, di dogmi e di sentimenti discutibili e trattenuti, ma invero esistenti. Strepitoso in più momenti, Quel che resta del giorno è un lungometraggio di enorme eleganza contrassegnato anche da un gran ritmo, che coniuga mirabilmente Storia universale e vicende personali senza mai cedere al manierismo. Otto candidature agli Oscar, incluse quelle al film, alla regia e ai due attori protagonisti (Hopkins e l'intensa, bravissima, Emma Thompson), ma nessuna statuetta vinta.

Nei cinema

In TV

In streaming