La locandina del film "Vi presento Christopher Robin"

Vi presento Christopher Robin

Goodbye Christopher Robin

Dopo aver combattuto nella Prima guerra mondiale, il commediografo A.A. Milne (Domhnall Gleeson) si trasferisce con la moglie Dafne (Margot Robbie) nel Sussex. Quest’ultima, però, non sembra trovarsi bene nella nuova dimensione extraurbana e lascia il marito solo con il figlio Christopher Robin (Will Tilston). Per cercare di intrattenere il bambino, l’uomo crea il personaggio di Winnie the Pooh e degli altri abitanti del Bosco dei Cento Acri: proverà a dare alle stampe quelle storie che ha inventato per suo figlio, senza sapere che avranno in breve tempo un successo straordinario…

Ispirato alla toccante storia vera che racconta come sono nati Winnie the Pooh e i suoi amici, Vi presento Christopher Robin è un onesto film per famiglie, capace di incuriosire fin dal soggetto da cui prende spunto. Gli allegri personaggi del Bosco dei Cento Acri che ben conosciamo hanno avuto una genesi che parte direttamente dal trauma della guerra, oltre che dalla malinconia di un bambino che ha faticato a ottenere l’amore paterno. Da una prima parte concentrata su A.A. Milne, la narrazione si sposta sempre più verso il figlio Christopher Robin, sulle conseguenze del successo dei libri di Winnie the Pooh che hanno portato anche lui a diventare una sorta di “personaggio mediatico”. La vicenda narrata da Simon Curtis è interessante, e mai prima si era vista sul grande schermo, anche se la retorica fa troppo spesso capolino e l’enfatica colonna sonora non aiuta in questo senso. Il regista carica un po’ troppo una messinscena che risulta spesso furbetta, ma riesce comunque a delineare efficacemente un intenso e complesso rapporto padre-figlio. Curiosità: Vi presento Christopher Robin è il terzo lungometraggio per il grande schermo firmato da Simon Curtis, ed è il terzo film biografico dopo Marilyn (2011) e Woman in Gold (2015).

Nei cinema

In TV

In streaming