La locandina del film "Il volto di un'altra"

Bella (Laura Chiatti) è la presentatrice di un programma di chirurgia estetica dove lavora il marito (Alessandro Preziosi) come chirurgo. Il successo dello show sta scemando, ma la notizia di un incidente in cui la conduttrice si sarebbe sfigurata il viso ne rilancia la popolarità.

Scritto e diretto da Pappi Corsicato, Il volto di un'altra indaga la fissazione per l'aspetto esteriore tipico del nostro tempo, in cui la corsa alla chirurgia estetica diventa necessaria per ovviare ai problemi dell'invecchiamento. Si gioca con i volti, con le apparenze, le ambiguità, eppure non si arriva mai ad affondare davvero il coltello nella piaga: tutto si limita a un divertissement in cui ci si accontenta di accennare le ossessioni di una società senza sostanza e arrivista. La regia punta sul registro surreale e onirico, i colori sono vivaci, mentre si possono cogliere rimandi agli universi cinematografici più diversi, dai Coen ad Almodóvar (La pelle che abito, soprattutto), da Hitchcock a Terry Gilliam, eppure il risultato è una scatola vuota, in cui nulla colpisce o diverte, con l'aggiunta di un finale che più che grottesco è proprio di cattivo gusto.

Nei cinema

In TV

In streaming