News
"Happy new series": il meglio delle serie tv in arrivo nel 2020

Il 2019 è stato un anno ricco di titoli importanti dal punto di vista televisivo: è stato l'anno della stagione conclusiva di Game of Thrones e quello della clamorosa Fleabag 2, un anno che è cominciato con Netflix e Amazon Prime Video e che si chiude con l'arrivo sul mercato streaming di AppleTv e Disney+ (in Italia dal 31 marzo). Ma cosa ci aspetta nel 2020? Quali show ci faranno sognare e ci terranno incollati allo schermo?

In attesa della nostra classifica delle migliori serie tv dell'anno (SPOILER: arriverà più tardi), ecco una panoramica dei titoli più interessanti in uscita nell'anno nuovo secondo noi!

His Dark Materials

L'anno non potrebbe iniziare meglio che con questa serie! Dal 1° gennaio Sky trasmetterà His Dark Materials (Queste Oscure Materie in italiano), un nuovo adattamento della popolare trilogia di romanzi firmata da Philip Pullman, già portata sul grande schermo (con esiti più che deludenti) nel 2007. Lo show è ambientato in un universo simile al nostro in cui una potente organizzazione religiosa, chiamata Magisterium, impone pesanti censure allo studio e alla conoscenza. Gli unici ad avere più libertà sono gli accademici ed è proprio nel college di Oxford che comincia la storia di Lyra, giovane nipote del misterioso Lord Asriel, e di Pantalaimon, il suo daimon (la manifestazione concreta della sua anima, in forma di animale). Tra scoperte inaspettate e viaggi verso Nord, la ragazzina scoprirà che l'universo è molto più vasto e crudele di quanto potesse immaginare.

New Pope

Sono passati più di tre anni da quando Lenny Belardo/Pio XIII è svenuto a Venezia, lasciando gli spettatori completamente di stucco. Finalmente l'attesa è finita: il 10 gennaio andranno in onda le prime puntate di The New Pope, la nuova stagione della serie di Paolo Sorrentino. Della trama si sa ancora molto poco ma, dagli episodi presentati alla Mostra del Cinema di Venezia, si può prevedere che il focus di questo ciclo di puntate sarà concentrato sul personaggio interpretato da John Malkovich, il nuovo Papa del titolo, in netta discontinuità col predecessore, capace di dare alla serie un tono diverso e delle atmosfere più impalpabili e sotterranee.

Hunters

Nel 2019 Al Pacino è tornato sui nostri schermi (grandi e piccoli) con il ruolo di Jimmy Hoffa in The Irishman, il canto funebre di Scorsese nei confronti del mafia-movie, e non è intenzionato ad andarsene: nel 2020 sarà uno dei protagonisti di Hunters, nuova serie di Amazon Prime Video, ambientata nella New York del 1977. I "cacciatori" hanno come missione quella di trovare centinaia di ufficiali nazisti andati a vivere in America dopo la guerra e di fermare il loro tentativo di creare un Quarto Reich negli Stati Uniti. Nel cast, insieme a Pacino, ci sono volti più o meno noti, da Logan Lerman al Josh Radnor di How I Met Your Mother, mentre, nel ruolo del produttore, si trova Jordan Peele.

Mrs. America

Si sa ancora poco di Mrs. America, serie in uscita su Hulu nel 2020 con protagonista Cate Blanchett. La trama si concentrerà sulla storia vera di Phyllis Schlafly, una conservatrice che si oppose strenuamente all'Equal Rights Amendment (ERA), una proposta di modifica alla Costituzione che avrebbe dovuto rafforzare l'uguaglianza dei diritti senza distinzioni di sesso. Attraverso la figura della Schlafly e quelle di donne della seconda ondata femminista - tra cui Gloria Steinem, Betty Friedan, Shirley Chisholm, Bella Abzug e Jill Ruckelshaus - lo show si propone di analizzare una delle battaglie sociali e culturali più spietate degli anni '70, i cui effetti hanno poi cambiato il panorama politico in modo irreversibile.

Small Axe

Dopo aver ragionato sul corpo maschile nei suoi primi tre film e aver filmato un curioso heist-movie al femminile nel 2018, Steve McQueen torna al lavoro nel Regno Unito con Small Axe, una serie antologica in sei parti che racconta la storia di alcuni abitanti della zona ovest di Londra a partire dal 1968. I dettagli precisi sono ancora pochi ma pare che il titolo venga da un proverbio giamaicano che recita "Se voi siete un grosso albero, noi siamo una piccola ascia" e sottolinea l'importanza delle proteste che, nonostante vengano da una minoranza, possono avere risultati significativi. Nel cast figurano, tra gli altri, Letitia Wright di Black Panther e John Boyega, reduce dalla trilogia di Star Wars.

We are who we are

La serie di Luca Guadagnino ha cominciato le riprese durante l'estate e, nell'anno nuovo, potremo vedere i frutti del suo lavoro. We are who we are è una co-produzione fra Sky e la HBO e narrerà la storia di due giovani americani che vivono in una base militare in Italia. Lo show sarà un racconto di formazione e tratterà di amicizia, primi amori e dei tanti problemi dell’adolescenza. Il cast è nutrito e pieno di nomi interessanti, da Chloë Sevigny a Jack Dylan Grazer (uno dei Losers dell'adattamento di It diretto da Andy Muschietti), dal rapper Kid Cudi a Francesca Scorsese, la figlia del famoso regista, e a Sebastiano Pigazzi, nipote Carlo Pedersoli (meglio conosciuto come Bud Spencer).

Snowpiercer

Graeme Manson, già creatore della serie di successo Orphan Black, ha deciso di riadattare per il piccolo schermo la serie di fumetti francese Le Transperceneige, materiale alla base dello Snowpiercer firmato da Bong Joon-ho nel 2013. Lo show si propone come un reboot del film, tornando alle origini della storia di questo universo completamente congelato e del treno che vi sfreccia attraverso, senza mai fermarsi, trasportando gli ultimi resti della razza umana. Bong Joon-ho fa da produttore esecutivo, mentre il cast è composto da volti nuovi rispetto alla versione cinematografica ed è guidato da Jennifer Connelly e da Daveed Diggs.

The Sandman

"Un mago, desideroso di catturare la Morte per poterle chiedere la vita eterna, rapisce il suo fratello più giovane, Sogno. Temendo, però, per la sua incolumità, il mago lo tiene imprigionato in un barattolo di vetro per diversi decenni. Dopo essere riuscito a scappare, Sogno, conosciuto anche come Morfeo, si mette alla ricerca degli oggetti che gli conferiscono i suoi poteri": è lo stesso Neil Gaiman ad aver riassunto così la trama di Sandman, ciclo di fumetti che diventerà una serie tv per Netflix. Dietro le quinte, oltre a Gaiman, ci saranno Allan Heinberg (Wonder Woman, The Catch) e David Goyer (Il cavaliere oscuro).

High Fidelity

"La top 5 delle mie rotture più memorabili è la seguente": il 14 febbraio faremo la conoscenza di questo nuovo adattamento di Altà Fedeltà, romanzo di Nick Hornby pubblicato nel 1995 e portato sullo schermo da Stephen Frears nel 2000. A vestire i panni del protagonista non c'è più John Cusack ma l'affascinante Zoë Kravitz, proprietaria di un negozio di vinili e rimuginatrice seriale, che passa il suo tempo insieme ai suoi due impiegati, stilando liste per qualsiasi cosa, dai dischi alle relazioni. La speranza è che l'arguzia della penna di Hornby venga mantenuta anche in questo aggiornamento della sua storia.

Disney+

Disney+ è la piattaforma di Disney, l'insieme di progetti che probabilmente sconvolgerà il mondo dello streaming. In America e in un'altra manciata di paesi il servizio è già stato lanciato, ma il lavoro non è ancora finito: durante tutto il 2020 verranno rilasciati vari titoli, per cui The Mandalorian ha fatto da apripista. Questo primo show è ambientato nell'universo di Star Wars, tra la caduta dell'Impero e la nascita del Primo Ordine, e segue le vicende di un cacciatore di taglie. Il mondo intero è già stato catturato da uno dei personaggi della serie, il piccolo Baby Yoda, ma per vederla qui in Italia dovremo attendere il 31 marzo 2020, quando il servizio sarà reso disponibile da noi. Oltre a The Mandalorian, da marzo in poi, ci sono molti titoli da aspettare: un progetto senza titolo su Obi-Wan Kenobi e uno su Cassian Andor (prequel di Rogue One), The Falcon and the Winter Soldier, parte dell'universo Marvel come gli show su She-Hulk, Wanda e Visione, Loki e innumerevoli altri supereroi, ma anche una serie animata intitolata Monsters at work, legata all'universo Pixar di Monsters&Co. e ambientata sei mesi dopo il primo film, che seguirà il nuovo modo di lavorare dei mostri, ormai impegnati a far ridere i bambini per procurarsi l'energia.

Preparate i popcorn: sarà un anno ricco di binge-watching!

Maximal Interjector
Browser non supportato.