La locandina del film "Cose dell'altro mondo"
Una scena di "Cose dell'altro mondo"

Il guerriero interstellare Shep Ramsey (Hulk Hogan), dopo aver sconfitto il malvagio generale Suitor (William Ball), precipita a bordo della sua navicella sul pianeta Terra e tenta di adattarsi alla pacifica provincia americana stravolgendo la vita di Charlie Wilcox (Christopher Lloyd) e della moglie Jenny (Shelley Duvall). Ma il nemico è ancora in agguato.

Innocua commedia fantascientifica cucita su misura sulle possenti fattezze del celeberrimo lottatore di wrestling Hulk Hogan, in un ruolo da protagonista sul grande schermo dopo una fugace apparizione nel 1982 in Rocky III di Sylvester Stallone. Una chiarissima citazione iniziale da Guerre stellari (1977, George Lucas) ci introduce a un'evanescente pellicola a metà tra la parodia e l'action, disseminata di momenti d'ilarità efficaci ma elementari, giocati sul contrasto tra la vita terrestre e il bizzarro personaggio intergalattico impersonato da Hogan. Spensierato intrattenimento senza alcun tipo di velleità diretto da Burt Kennedy, regista statunitense avvezzo al genere western tra gli anni Sessanta e Settanta. Nel cast è riconoscibile, nei panni di un cacciatore di taglie intergalattico Mark Calaway, collega wrestler di Hogan e più noto con il nome di "The Undertaker". Scritto da Frank A. Cappello, musiche di David Michael Frank.

Nei cinema

In TV

In streaming