Alla mia piccola Sama
For Sama
2019
In sala
dal 13/02
Paese
Gran Bretagna
Generi
Documentario, Guerra
Durata
100 min.
Formato
Colore
Registi
Waad Al-Kateab
Edward Watts
Waad al-Kateab, giovane filmmaker, racconta con la sua piccola videocamera la rivolta di Aleppo e la conseguente repressione del regime che ha dato vita alla sanguinosa guerra civile siriana. Mentre ci mostra il conflitto, la regista si concentra anche sulla nascita di sua figlia, Sama, a cui il film è rivolto: attraverso le immagini e le parole, la madre cerca di farle capire i motivi per cui i suoi genitori hanno scelto di rimanere ad Aleppo.

Spesso si dice che il cinema documentario incentrato su gravi eventi storici può avere il valore di testimonianza per i posteri, ma in questo caso c’è anche uno spunto in più: Alla mia piccola Sama non è soltanto un film-testimone del tragico conflitto, ma una vera e propria video-lettera per la figlia nata durante i bombardamenti. Storia privata e storia collettiva si fondono in questo potente lungometraggio, capace di essere intimo e di avere un ampio respiro allo stesso tempo. Anche se con uno sguardo che può essere considerato parziale in relazione a un tema tanto delicato come quello della guerra civile, Alla mia piccola Sama è una storia di resistenza di grande forza emotiva, che mostra immagini sempre più dure e in cui la videocamera non indietreggia di fronte a nulla. La modalità di reportage giornalistico è evidente, ma il risultato non è né retorico, né distaccato: l’esito è un prodotto di notevole umanità, un’autobiografia di una giovane decisa a lottare e che vuole provare a spiegare tramite il cinema ciò che sua figlia farebbe forse più fatica a capire con le semplici parole. Un importante documento di memoria storica, ambizioso e coraggioso, in cui a tratti è quasi impossibile non distogliere lo sguardo, ma assolutamente necessario per capire qualcosa in più del conflitto e per ricordarsi le potenzialità testimoniali che il cinema offre. Premiato come miglior documentario ai Bafta Awards e nominato all’Oscar nella medesima categoria.
Maximal Interjector
Browser non supportato.