Giù per il tubo
Flushed Away
2006
Netflix
Paesi
Gran Bretagna, Usa
Generi
Animazione, Avventura
Durata
85 min.
Formato
Colore
Registi
David Bowers
Sam Fell
Roddy è un topo che vive in una ricca villa a Kensington, dedicandosi a svaghi e passatempi altolocati. Dopo un alterco con il ratto punk Sid (piombato in casa proprio quando i padroni non ci sono), il protagonista finisce nelle fogne dove incontra la bellissima ed energica Rita. Il suo aiuto si rivelerà indispensabile per salvare la città sotterranea di Ratropolis dalle viscide grinfie del criminale Rospo.

Terza collaborazione tra Aardman e Dreamworks, dopo Galline in fuga (2000) e Wallace & Gromit – La maledizione del coniglio mannaro (2005), Giù per il tubo è forse il meno riuscito a causa di un doloroso cambio di tecnica d'animazione. Le numerose scene che prevedono inondazioni o comunque l'uso di grandi quantità d'acqua hanno infatti reso impossibile l'utilizzo dei pupazzetti di plastilina: si è optato quindi per un software di computer grafica elaborato dalla Aardman che simula la sensazione tattile (impronte e graffi) del materiale tridimensionale. Il plot è carico di scene ad alto contenuto adrenalinico (inseguimenti rocamboleschi e vertiginose discese negli scarichi) e romance in agguato (tra Roddy e Rita), con elementi di critica sociale ai costumi dorati e pigri del borghese Roddy, viziato ed egoista, ovviamente in cerca di catarsi. L'impressione generale, però, è di una costruzione troppo calcolata, meno vivace e pungente degli altri risultati della casa di animazione specializzata in claymation e più allineata ai prodotti mainstream della Dreamworks. Nella versione originale, Roddy è doppiato da Hugh Jackman, Rita da Kate Winslet: tra gli altri doppiatori illustri anche Ian McKellen, Jean Reno, Andy Serkis e Bill Nighy.
Maximal Interjector
Browser non supportato.