News
I 10 migliori film sulla Prima guerra mondiale
“Tornerete nelle vostre case prima che siano cadute le foglie dagli alberi”: con queste parole Guglielmo II salutava le truppe tedesche in partenza per il fronte. Era la prima settimana di agosto del 1914. Ognuna delle potenze allineate nello scacchiere bellico era fermamente convinta di poter sbaragliare la concorrenza in una guerra lampo. Come tristemente sappiamo però, la storia ci riporta tutt’altra tragica verità. A pochi giorni dall’uscita di 1917, il film diretto da Sam Mendes, ripercorriamo questa plumbea parentesi dell’umanità attraverso 10 film che hanno puntato l’obiettivo sulla Grande Guerra.

Per la patria (1919) di Abel Gance: dramma bellico dai toni funerei e, al contempo, sentimentali. La storia dei tre personaggi incrocia la Grande Guerra andando a comporre uno tra i primi film pacifisti della settima arte.

Ali (1927) di William A. Wellman: film dall’alto tasso di spettacolarità che fa dell’impatto visivo il suo punto di forza. Primo lungometraggio della storia del cinema ad aver vinto il premio Oscar come miglior film, si aggiudicò anche una (meritata) statuetta per i migliori effetti tecnici.

All’Ovest niente di nuovo (1930) di Lewis Milestone: capolavoro del cinema antimilitarista che ritrae con crudezza e coraggio la “follia della guerra”, andando a ribaltare la prospettiva con cui il cinema bellico, fino a quel momento, era stato trattato. Pellicola straordinaria e pietra miliare del cinema sia per forma che per sostanza. Vincitore di due Oscar: miglior film e miglior regista.



Addio alle armi (1932) di Frank Borzage: trasposizione del celebre romanzo di Hemingway che, nonostante il trascorrere del tempo ne abbia evidenziato alcune ingenuità strutturali, riesce comunque a coinvolgere l’animo dello spettatore facendo leva su una forte componente umana. Nominato a quattro Oscar tra cui quello per il miglior film, l'opera vinse la statuetta in due categorie tecniche: miglior fotografia e il miglior sonoro. 



La grande illusione (1937) di Jean Renoir: apogeo del regista francese, considerato un capolavoro da pubblico e critica. Pellicola in cui è riscontrabile il trascorso personale di Renoir, ufficiale di Cavalleria e pilota durante la Grande Guerra. Primo lungometraggio francese a ricevere dall'Academy una nomination come Miglior Film, nel 1939.

Orizzonti di gloria (1957) di Stanley Kubrick: il regista statunitense consegna alla storia del cinema uno dei lungometraggi antimilitaristi cardine del XX secolo. La maturità stilistica, la consapevolezza tecnica e la profonda umanità della struggente sequenza finale sono i biglietti da visita di un’opera che è rimasta incastonata nelle pieghe del tempo.