Diabolik
Diabolik
2021
Paese
Italia
Genere
Giallo
Durata
102 min.
Formato
Colore
Registi
Antonio Manetti
Marco Manetti
Attori
Luca Marinelli
Miriam Leone
Valerio Mastandrea
Serena Rossi
Alessandro Roia
Claudia Gerini
La storia oscura e romantica dell’incontro tra Diabolik (Luca Marinelli) ed Eva Kant (Miriam Leone), ambientata nello stato di Clerville alla fine degli anni ‘60. A dargli la caccia, e a cercare di fermare i loro diabolici piani, l’ispettore Ginko (Valerio Mastandrea). 

Adattamento del celebre fumetto delle sorelle Angela e Luciana Giussani, Diabolik è il tentativo, da parte dei Manetti Bros., di portare sul grande schermo uno dei personaggi-simbolo del fumetto italiano, ladro di spietata e affascinante freddezza ma anche archetipo di larghissimo consumo popolare, in grado di influenzare più generazioni. La sfida di trasporre le tavole al cinema non era assolutamente agevole né semplice e i Manetti, con una certa dose di devozione, decidono di replicare con zelante filologia le atmosfere e le sembianze del fumetto, ma in tal senso la loro versione risulta un po’ anodina e piatta: in primis la recitazione, volutamente scarnificata e depauperata di ogni verosimiglianza cinematografica, insegue l’astrazione degli albi, ma a lungo andare quest’approccio risulta particolarmente opaco e ottuso, vanificando in buona parte tanto l’immedesimazione dello spettatore quanto il torbido erotismo sotteso ai personaggi, che risultano tutti quanti manichini piuttosto spenti e rigidi, da un Luca Marinelli che dà l’idea di non crederci mai moltissimo a uno spaesato Mastandrea, comunque molto aderente a Ginko, passando per una suadente ma non del tutto valorizzata Miriam Leone. Ben diverso è invece il risultato per quel che riguarda il pacchetto di scenografie, costumi e dettagli del décor d’epoca, inappuntabile nel riprodurre l’Italia degli anni Sessanta (con la consulenza e l’apporto di Luca Rea, esperto del periodo) e il risultato complessivo è un magnifico acquario in cui i tre protagonisti annaspano però come boccheggianti pesci fuori d’acqua. La trama del film riprende quella de L’arresto di Diabolik (1963) e L’arresto di Diabolik - Il remake (2012) e il rigore certo non manca, ma la cinefilia alla base del film, oltre ai suoi scorci luministici, cromatici e architettonici, è eccessivamente calligrafica e compilativa. Ne viene fuori un film cerebrale e manierato, diseguale e interdetto, con qualche lampo ma anche il diffuso sapore in bocca dell’occasione persa. Più volte rimandato a causa della pandemia di Coronavirus, è approdato infine nelle sale durante le festività del 2021. Già annunciati due sequel, in cui Marinelli dovrebbe però essere sostituito dall’attore Giacomo Gianniotti, interprete del Dr. DeLuca nella popolare serie tv Grey’s Anatomy.
Maximal Interjector
Browser non supportato.