Millennium – Uomini che odiano le donne
The Girl with the Dragon Tattoo
2011
Amazon Prime Video
Paesi
Usa, Svezia
Genere
Thriller
Durata
158 min.
Formato
Colore
Regista
David Fincher
Attori
Daniel Craig
Rooney Mara
Christopher Plummer
Stellan Skarsgård
Steven Berkoff
Robin Wright
Yorick van Wageningen
Dopo aver perso una causa contro un magnate della finanza, il giornalista Mikael Blomkvist (Daniel Craig) viene ingaggiato dall'industriale Henrik Vanger (Christopher Plummer) per indagare sulla scomparsa della nipote Harriet. Blomkvist unirà le sue forze con l'hacker Lisbeth Salander (Rooney Mara), ragazza problematica e asociale, in un'indagine che porterà i due a scoprire una storia ben più misteriosa e complessa di quanto inizialmente preventivato.

Secondo adattamento dell'omonimo bestseller di Stieg Larrson in meno di due anni, ma, rispetto alla versione svedese del 2009, David Fincher e lo sceneggiatore Steven Zaillan cercano di essere maggiormente fedeli alla trama del romanzo. Ciononostante, la componente thriller assume un ruolo secondario (anche perché piuttosto convenzionale): a interessare principalmente regista e sceneggiatore sono le persone coinvolte nella caccia, con il loro carico di fragilità, di contraddizioni (affettive e non) e di umanità. Quello tra Mikael e Lisbeth è l'incontro tra due outsider, feriti ma non sconfitti, determinati a dimostrare il proprio valore e legati da un'anomala alchimia, un'istintiva fiducia precedentemente sconosciuta a entrambi. La vera forza del film sta, comunque, nel personaggio di Lisbeth, magistralmente interpretato da Rooney Mara (giustamente candidata all'Oscar): cocciuta e semi autistica, una moderna Pippi Calzelunghe che ha sostituito il cavallo con la moto e combatte i cattivi armata di computer. Ottima confezione, soprattutto grazie a un atmosfera ovattata e inquietante, apparentemente calma ma tesissima e minacciosa, dove il candore della neve nasconde un mondo di squallore e violenza. Cinque nomination agli Oscar (di cui uno vinto, per il miglior montaggio), ma snobbata l'ottima colonna sonora firmata da Trent Reznor e Atticus Ross.
Maximal Interjector
Browser non supportato.