L'evento
Sobytie
2015
Mubi
Paese
Belgio
Genere
Documentario
Durata
74 min.
Formato
Bianco e Nero
Regista
Sergei Loznitsa
Nell’agosto del 1991 un colpo di stato, passato alla storia con il nome di Putsch, non riuscì a realizzare gli obiettivi prefissati, assestando un duro colpo all’autorità sovietica del tempo, che deteneva il potere da settant’anni. L’URSS è al capolinea ed è l’alba della Federazione Russa.

Il regista ucraino Sergei Loznitsa realizza un documentario tutto incentrato su un uso capillare di materiale d’archivio e sui moti di piazza, offrendo allo spettatore uno spaccato storico in presa diretta articolato per immagini e istanti. Non un'opera strettamente di ricostruzione, dunque, ma un documento interessato piuttosto a restituire e tesaurizzare un bagaglio d’immagini condiviso, un patrimonio audiovisivo popolare di grande rilevanza. L’intento di Loznitsa è sicuramente lodevole e adeguatamente strutturato ma il film, fatto salvo per alcuni momenti interessanti e di buon ritmo e per alcuni scorci sorprendenti della piazza di Leningrado dell’epoca, smarrisce l’organicità e la compattezza e si immobilizza ben presto. Incapace di aggiungere qualcosa di davvero interessante al rimescolamento del lavoro d’archivio, Loznitsa evita parafrasi e corollari forse superflui ma smarrisce anche una discreta dose d’interesse. Presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia.
Maximal Interjector
Browser non supportato.