Ariaferma
2021
In sala
dal 14/10
Paesi
Italia, Svizzera
Genere
Drammatico
Durata
117 min.
Formato
Colore
Regista
Leonardo Di Costanzo
Attori
Toni Servillo
Silvio Orlando
Fabrizio Ferracane
Un vecchio carcere ottocentesco, situato in una zona impervia e imprecisata del territorio italiano, è in dismissione. Per problemi burocratici i trasferimenti si bloccano e una dozzina di detenuti rimane, con pochi agenti, in attesa di nuove destinazioni. 

Terzo lungometraggio di finzione di Leonardo Di Costanzo, dopo L’intervallo e L’intrusa, Ariaferma conferma la grande mano del regista campano nelle creazioni di spazi e di atmosfere sospese che derivano (anche) dai luoghi in cui i film sono ambientati. In questo caso riesce anche a superarsi, con una particolare rappresentazione di un carcere in via di dismissione, dove mantenere intatte regole che non ci sono più diventa una sorta di gioco al massacro tra guardie e ladri: le definizioni di “ruolo” però perdono la loro valenza principale e tra gli uomini presenti nascono nuove forme di relazioni. Qualche passaggio narrativo può risultare fin troppo didascalico, ma il disegno complessivo è incisivo e coraggioso, potente e delicato, seppur con qualche calo nella parte centrale. Nonostante il tema forte, la regia si mantiene sempre essenziale e asciutta, senza mai incappare in possibili trappole retoriche presenti lungo il cammino. Notevolissime prove di Silvio Orlando e Toni Servillo, per la prima volta assieme sul set.  Scritto dal regista insieme a Bruno Oliviero e Valia Santella, il film è stato presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2021, ma avrebbe meritato di entrare nella competizione principale. 
Maximal Interjector
Browser non supportato.