C'era una volta il West
1968
Paesi
Italia, Usa, Spagna
Generi
Western, Drammatico
Durata
175 min.
Formato
Colore
Regista
Sergio Leone
Attori
Charles Bronson
Henry Fonda
Claudia Cardinale
Jason Robards
Gabriele Ferzetti
Paolo Stoppa
Jack Elam
Woody Strode
Lionel Stander
Benito Stefanelli
Le vite di diversi personaggi si incrociano a causa della costruzione di una ferrovia in mezzo al deserto nel lontano ovest americano: Morton (Gabriele Ferzetti), il padrone del nuovo mezzo di trasporto, assolda uno spietato killer (Henry Fonda) per costringere la famiglia McBain a vendergli le terre necessarie a ultimare i lavori. Nel frattempo, un misterioso pistolero solitario, detto “Armonica” (Charles Bronson), ha un contenzioso aperto con Frank ed è deciso a vendicarsi. Dopo la celebre “trilogia del dollaro” (Per un pugno di dollari del 1964; Per qualche dollaro in più del 1965; Il buono, il brutto, il cattivo del 1966) che l'ha reso famoso in tutto il mondo, Sergio Leone punta ancora più in alto e realizza una delle pellicole più raffinate ed emozionanti dell'intera storia del cinema. Si tratta di un canto funebre e malinconico nei confronti di un'epoca che sta finendo e di un genere ormai al tramonto: l'omaggio (definitivo) alla leggenda del western realizzato da Leone è una maestosa sinfonia audiovisiva, dove le immagini del regista e le musiche di Ennio Morricone danzano armoniosamente in un «balletto di morte» (come scelse di definirlo lo stesso autore) monumentale e, per molti versi, inarrivabile. La riflessione sul tempo (della Storia, del cinema, del ricordo) si sviluppa fin dal memorabile incipit, in cui tre personaggi attendono silenziosamente l'arrivo di un treno. La percezione temporale si sviluppa tramite un'impressionante dilatazione interna delle sequenze, dove i rumori, i suoni e i silenzi vanno a compenetrarsi con una serie di movimenti di macchina e tagli di montaggio articolati, impeccabili ed eleganti. Il regista dà pieno sfogo al suo campionario di stilemi (la vendetta, il potere dei soldi, il duello finale) e di personaggi tipo del genere di riferimento: il vendicatore senza nome, il proprietario terriero, il bandito romantico e una donna (la signora McBain) che diventa figura centripeta a cui tendono, in un modo o nell'altro, tutti gli uomini coinvolti. Più che una “semplice” pellicola, C'era una volta il West è un'esperienza di visione, mistica e contemplativa, dal sapore quasi zen. Il soggetto fu scritto da Leone insieme a due pezzi da novanta come Dario Argento e Bernardo Bertolucci. Cast indimenticabile: dalla maschera impassibile di Charles Bronson all'espressione spietata di Henry Fonda, fino ai dolci lineamenti di una splendida Claudia Cardinale (Jill McBain). Grande prova anche di Jason Robards, nei panni di Cheyenne. Al momento dell'uscita non venne apprezzato da tutti, ma oggi è uno dei film più studiati e approfonditi nelle università di cinema di tutto il mondo.
Maximal Interjector
Browser non supportato.