La gabbianella e il gatto
1998
Paese
Italia
Generi
Animazione, Commedia, Drammatico
Durata
75 min.
Formato
Colore
Regista
Enzo D'Alò
La vita del gatto Zorba e i suoi amici scorre ordinaria, tra cibo, giochi e l'eterna lotta contro i topi. Quando nel giardino di casa sua arriva una gabbianella in fin di vita, il felino non può fare a meno di prometterle di prendersi cura dell'uovo che aspetta e di crescere il nascituro. Il piccolo uccellino crescerà tra le zampe affettuose dei gatti, ma il compito più difficile sarà quello di farle prendere il volo. Tratto dal romanzo per ragazzi Storia di una gabbianella e il gatto che le insegnò a volare di Luis Sepúlveda, è il secondo lungometraggio di Enzo d'Alò che, dopo il suo film d'esordio La freccia azzurra (1996), evolve il suo stile con contrasti cromatici più netti, sviluppando anche in modo più lineare la sceneggiatura. La delicata vicenda ben si accompagna al cinema dell'autore partenopeo che, attraverso tratti morbidi e colori vivaci, prende le distanze dai successi targati Disney per creare un lungometraggio fortemente personale, seppur vittima di una forma fin troppo basica ed elementare. Pur non brillando per originalità, la trama risulta piacevole soprattutto per i più piccoli. Tra gli artisti che prestano la propria voce ai personaggi, spicca Carlo Verdone nel ruolo di Zorba e Antonio Albanese come Re dei ratti. Una curiosità: la voce dello scrittore è quella dello stesso Luis Sepúlveda.
Maximal Interjector
Browser non supportato.