Io non sono qui
I'm Not There
2007
Amazon Prime Video
Mubi
Paese
Usa
Generi
Biografico, Sperimentale
Durata
135 min.
Formato
Colore
Regista
Todd Haynes
Attori
Christian Bale
Cate Blanchett
Marcus Carl Franklin
Richard Gere
Heath Ledger
Ben Whishaw
Charlotte Gainsbourg
David Cross
Bruce Greenwood
Julianne Moore
Michelle Williams
Peter Friedman
La straordinaria vita del cantautore statunitense Bob Dylan, raccontata attraverso un mosaico di storie corrispondenti a ciascuna fase della sua esistenza, interpretate da sei attori differenti, ognuno dei quali con un nome diverso: Woody (Marcus Carl Franklin), il menestrello che viene dal sud; Arthur (Ben Wishaw), il poeta visionario; Jude (Cate Blanchett), il giuda della svolta elettrica; Robbie (Heath Ledger), la grande star del cinema; Jack/Pastore John (Christian Bale), il predicatore evangelico; Billy (Richard Gere), il cowboy solitario.

Arrivato al suo quinto lungometraggio, il regista indipendente Todd Haynes è riuscito a cogliere ogni sfaccettatura del grande cantautore folk, con un biopic atipico che non dipinge il soggetto in maniera obiettiva ma, al contrario, ne frammenta l'icona, osservandola (o, meglio, reinventandola) da diversi punti di vista. Un film, dunque, lontano anni luce dalle biografie classiche, in cui Haynes, ripudiando gli standard hollywoodiani, cerca di fare un dipinto completo dell'epoca in cui è vissuto il menestrello del rock, senza dimenticarsi di raccontare i risvolti sia sociali che politici degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta, e ben amalgamandoli alla sfera privata ed emotiva del suo protagonista. Una regia impeccabile, inoltre, riesce a mantenersi rigorosa in ogni singolo frammento di questo splendido puzzle postmoderno, che trova un'intuizione vincente nella geniale trovata, già sperimentata da Todd Solondz in Palindromi (2004), di far interpretare ad attori totalmente differenti, per età, sesso e nazionalità, le varie anime di Bob Dylan. Un film potente e spiazzante, che cambia pelle di continuo come un rettile e riesce contemporaneamente a rendere affascinante, persino ammaliante, ogni passaggio narrativo e ogni cambio di stile, musicale o cinematografico che sia. Interpretazioni tutte affidate a un cast stellare, dove a brillare è soprattutto Cate Blanchett, portentosa e giustamente premiata con la Coppa Volpi alla Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia. Maestosa anche la colonna sonora, ricca di arrangiamenti e cover dei pezzi più famosi (e non) dell'artista del Minnesota.
Maximal Interjector
Browser non supportato.