Jurassic World: Il Dominio
Jurassic World Dominion
2022
Paese
Usa
Generi
Azione, Avventura, Fantascienza
Durata
146 min.
Formato
Colore
Regista
Colin Trevorrow
Attori
Chris Pratt
Bryce Dallas Howard
Sam Neill
Laura Dern
Jeff Goldblum
DeWanda Wise
BD Wong
Mamoudou Athie
Quattro anni dopo la distruzione di Isla Nublar i dinosauri ora vivono e cacciano insieme agli umani in tutto il mondo. Questo equilibrio fragile rimodellerà il futuro e determinerà, una volta per tutte, se gli esseri umani rimarranno i predatori dominanti su un pianeta che ora condividono con le creature più temibili della storia.

Diretto da Colin Trevorrow, già regista del primo Jurassic World del 2015, Jurassic World: Il Dominio va a ibridare la prima trilogia degli anni Novanta (Jurassic Park) con quella più recente: non è un caso che, per la prima volta, si incrocino i personaggi che hanno dato origine alla storia (quelli interpretati da Sam Neill, Laura Dern e Jeff Goldblum) con i protagonisti delle ultime pellicole (da Chris Pratt a Bryce Dallas Howard). Un’idea che è anche lo spunto principale di un’operazione che vuole unire nostalgia e innovazione: il target di riferimento così si duplica, tra chi ha amato il primo capitolo del franchise, Jurassic Park di Steven Spielberg del 1993, e coloro (i più giovani?) che hanno seguito le vicende dei due precedenti lungometraggi datata 2015 e 2018. Quello alla base di questa operazione, così, è un equilibrio non sempre semplice da raggiungere, tanto che per buona parte della pellicola si sente uno sbilanciamento da una parte e dall’altra abbastanza costante. La causa è forse legata alla regia poco “personale” di Trevorrow, che si adagia su scelte spesso convenzionali e troppo reiterate (i messaggi ambientalisti, in primis) nel corso della narrazione. Allo stesso tempo, però, Jurassic World: Il Dominio è comunque un prodotto godibile e avvincente, dotato di un ritmo invidiabile e capace di offrire un più che discreto intrattenimento, alternando sequenze spettacolari ad altre decisamente convenzionali e prive di originalità. Il risultato, tra pregi e difetti, è un giocattolone che non va troppo nel profondo delle emozioni e si limita a regalare una visione piacevole e con qualche guizzo, tra cui svettano i tanti omaggi a Spielberg: non solo al suo Jurassic Park, ma anche alla saga di Indiana Jones, giusto per fare un esempio. I fan potranno comunque accontentarsi ma un pizzico di coraggio in più non avrebbe certamente guastato. 
Maximal Interjector
Browser non supportato.