Coraline e la porta magica
Coraline
2009
Paese
Usa
Generi
Animazione, Fantasy
Durata
100 min.
Formato
Colore
Regista
Henry Selick
Coraline si è appena trasferita in una nuova casa e i genitori non hanno tempo da dedicarle, così la ragazzina fa visita ai bizzarri vicini ed esplora i dintorni. Una porticina murata nel salone di casa attira la sua attenzione: Coraline scoprirà un passaggio segreto verso un'altra dimensione, dove vive una famiglia quasi identica alla sua. Tratto dal romanzo di Neil Gaiman, Coraline e la porta magica è una meraviglia in stop-motion che prende vita nelle mani del regista Henry Selick (nel 1993 diresse anche The Nightmare Before Christmas). Fin dai titoli di testa pare evidente che non si tratta del solito film per ragazzi: le atmosfere burtoniane un po' cupe, l'immaginario quasi escheriano dell'altra dimensione e il riferimento all'archetipo horror dei mostri che rubano gli occhi (il riferimento è al racconto L'uomo della sabbia di E.T.A. Hoffman) contribuiscono a creare un racconto che strega e inquieta parecchio, pur aprendosi a un finale rilassante e positivo. Sono stupende le sequenze dal fascino espressionista della lotta tra Coraline e l'Altra Madre, mentre l'accompagnamento musicale è sottilmente perturbante, una ninnananna gotica intonata da un'eterea voce femminile. Qualche siparietto comico affidato a personaggi divertenti (l'allenatore di topi russo e le due attrici decadute) alleggerisce l'atmosfera qua e là. La versione 3D, per una volta, non è gratuita ma funziona benissimo, specialmente per ritrarre la complessità oscura della dimensione alternativa e le mosse meccaniche della rivale della protagonista.
Maximal Interjector
Browser non supportato.