Decalogo, 6 – Non commettere atti impuri
Dekalog, sześć
1989
Paese
Polonia
Genere
Drammatico
Durata
60 min.
Formato
Colore
Regista
Krzysztof Kieślowski
Attori
Grażyna Szapǒłowska
Olaf Lubaszenko
Stefania Iwińska
Artur Barcis
Un ragazzo (Olaf Lubaszenko) spia in modo compulsivo una donna (Grażyna Szapǒłowska), di cui è innamorato, con il cannocchiale. Riesce a incontrarla ma, umiliato da lei, tenta il suicidio. Sesto episodio del Decalogo. Come per Decalogo, 4 – Onora il padre e la madre, il film mette al centro della sua indagine il rapporto tra uomo e donna in relazione all'essenza e al significato letterale del comandamento, mandando in cortocircuito entrambi i termini del discorso. Da una parte l'amore puro del ragazzo che si esprime nell'atto impuro della masturbazione e del voyeurismo, dall'altra lo scetticismo radicale nei confronti dell'amore, che si esprime nel sesso occasionale, ma che pure esprime il bisogno di affetti e sentimenti. Solitudini e desideri si intrecciano e si rincorrono inesorabilmente per tutta la pellicola, correndo su binari paralleli e allo stesso tempo tangenti, fino a coincidere nell'ambivalenza: lo spiarsi è per l'uno unico modo di esprimere un amore vero, per l'altro il gioco provocante per riempire il vuoto di sentimenti. All'incrocio dei due punti di vista, quando il confronto diventa reale e fisico, si consuma un'inversione, e quello che era un atto puro per esprimere un amore sincero, diviene atto impuro (e violento) che umilia quel sentimento, fino a spingere il ragazzo al suicidio. L'ambivalenza è totale quando i due protagonisti finiscono per ribaltare la loro percezione dei sentimenti, impedendo ogni consolazione o risoluzione finale, come di regola succede in tutti i titoli del Decalogo. Kieślowski ha girato anche una versione cinematografica più lunga del film (uno dei migliori del progetto) con il titolo letterale Breve film sull'amore, distribuito in Italia col titolo fuorviante Non desiderare la donna d'altri, facente parte del progetto incompiuto di una versione estesa per il cinema di tutto il Decalogo.
Maximal Interjector
Browser non supportato.