Doppio gioco – La verità si nasconde nell'ombra
Shadow Dancer
2012
Paesi
Gran Bretagna, Irlanda
Genere
Thriller
Durata
101 min.
Formato
Colore
Regista
James Marsh
Attori
Clive Owen
Andrea Riseborough
Gillian Anderson
Barry Barnes
Maria Laird
Ben Smyth
Colette (Andrea Riseborough) è legata all'IRA come tutta la sua famiglia: anni prima, ha perso il fratello negli scontri ed è molto motivata alla causa irlandese. Quando viene arrestata in seguito a un attentato fallito, ha due possibilità: andare in carcere per 25 anni o diventare informatrice per i servizi segreti inglesi. Minimalista, essenziale e diretto al cuore della questione: il settimo lungometraggio di James Marsh è un thriller che si prefigge di raccontare il dramma del conflitto nordirlandese senza spreco di retorica, con intelligenza e asciuttezza. Basando il racconto sulla spaccatura interiore della protagonista, chiamata a tradire famiglia e amici per salvarsi, il regista inglese riflette sui legami di sangue tanto importanti per la comunità irlandese, fondata su un fortissimo senso di appartenenza che diventa pericoloso quando si unisce al terrorismo. L'intreccio (convenzionale solo a tratti) non si limita così a dedicarsi all'azione, che pure non manca, ma restituisce il ritratto di un Paese tormentato e diviso, costretto a pagare con il sangue e il sacrificio di giovani vite il prezzo della discordia. Oscuro e livido nella fotografia e nelle atmosfere, beneficia anche di una buona chimica tra i due protagonisti, la Riseborough raffinata e tormentata, e Clive Owen, granitico nel ruolo dell'agente dell'MI5. Una pellicola impegnata e ben confezionata, solida e poco incline a farsi tentare da orpelli e artifici, purtroppo non originalissima ma ugualmente degna di nota.
Maximal Interjector
Browser non supportato.