My Salinger Year
My Salinger Year
2020
Paesi
Canada, Irlanda
Genere
Drammatico
Durata
101 min.
Formato
Colore
Regista
Philippe Falardeau
Attori
Margaret Qualley
Sigourney Weaver
Douglas Booth
Seána Kerslake
Colm Feore
La giovane Joanna Rakoff (Margaret Qualley) arriva a New York e riesce a entrare in un’agenzia che rappresenta diversi autori letterari, tra cui J.D. Salinger. Inaspettatamente, dopo un inizio non proprio semplice per via della sua direttrice (Sigourney Weaver), la ragazza formerà un curioso legame con il misterioso e solitario scrittore.

Tratto dalle omonime memorie della vera Joanna Rakoff, My Salinger Year è una lettera d’amore alla letteratura, che racconta un percorso di formazione di una giovane di belle speranze e del suo rapporto conflittuale con la responsabile dell’azienda in cui inizia a lavorare. Quello tra i personaggi di Margaret Qualley e Sigourney Weaver è un incontro/scontro simile a quello delle protagoniste de Il diavolo veste Prada, ma in questo caso l’atmosfera è più malinconica e trasognante. È un lungometraggio delicato, com’era anche Monsieur Lazhar dello stesso regista, e non gli manca un certo garbo, ma allo stesso tempo My Salinger Year è anche un prodotto piuttosto innocuo, non troppo originale e privo di grandi motivi d’interesse o di sequenze da ricordare. Lo si guarda abbastanza volentieri, ma rimane davvero poco al termine della visione e alcune sequenze dal piglio surreale risultano abbastanza fuori luogo. Da segnalare che il film è stato scelto come lungometraggio d’apertura del Festival di Berlino 2020. 
Maximal Interjector
Browser non supportato.