Post Mortem
Post Mortem
2010
Paesi
Cile, Germania, Messico
Genere
Drammatico
Durata
98 min.
Formato
Colore
Regista
Pablo Larraín
Attori
Alfredo Castro
Antonia Zegers
Amparo Noguera
Jaime Vadell
Marcelo Alonso
Marcial Tagle
Santiago Graffigna
Cile, 1973. Sullo sfondo della caduta di Salvador Allende e dell'avvento di Augusto Pinochet, il solitario Mario Cornejo (Alfredo Castro), impiegato in un obitorio, coltiva il suo amore impossibile per la ballerina Nancy (Antonia Zegers). La nasconderà, proteggendola dall'esercito e dalla prigionia. Reduce dal sorprendente Tony Manero (2008), Pablo Larraín (anche sceneggiatore con Mateo Iribarren) mette in scena l'orrore della Storia, tratteggiando l'apocalisse cilena seguita alla destituzione di Allende e lo spettro della dittatura: a filtrare le miserie di una realtà inaccettabile, lo sguardo pietrificato e vacuo del protagonista (un ottimo Alfredo Castro), impotente alla ribellione e desideroso di rifugiarsi nell'utopia di un sentimento. Apprezzabile l'attitudine a un cinema di solido impegno civile, che Larraín tratteggia e veicola attraverso il notevole parallelismo tra individuo e società, ma non tutti gli snodi si dimostrano coerenti e l'analisi psicologica sui personaggi è più efficace nella prima che nella seconda parte. Nonostante il ritmo catatonico, comunque, lo stile scarno e senza sbavature riesce a colpire e la fotografia è essenziale e incisiva al punto giusto. Presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia.
Maximal Interjector
Browser non supportato.