Jim

Jarmusch

22 gennaio 1953, Akron (Ohio, USA)
Regista, sceneggiatore, attore, montatore, produttore e compositore, è una delle personalità più eclettiche e influenti nel panorama artistico americano contemporaneo. Esponente di rilievo assoluto all'interno dell’industria indipendente, accanto al cinema coltiva anche la propria passione per la musica, iniziando nell'ambito della New Wave anni Ottanta. Autore a tutto tondo, ha uno stile minimale fortemente riconoscibile. Esordisce al cinema con Permanent Vacation (1980), lungometraggio in 16mm autoprodotto per il diploma alla New York University. Il suo talento esplode già al secondo film, Stranger Than Paradise (1984), commedia drammatica a episodi che vince il premio come miglior opera prima a Cannes, trionfa al Festival di Locarno e si aggiudica un riconoscimento anche al Sundance Film Festival. Tra le altre opere importanti di questi anni, è da segnalare Daunbailò (Down By Law, 1986), piccolo cult in bianco e nero con Roberto Benigni e Tom Waits. Negli anni Novanta, arrivano due capolavori: Dead Man (1995), western antispettacolare e funereo con Johnny Depp, e Ghost Dog – Il codice del samurai (Ghost Dog: The Way of the Samurai, 1999), noir filosofico e revisionista con Forest Whitaker. All'interno di una carriera ricca di opere di altissimo livello, tra le pellicole fondamentali post-2000 sono da segnalare Broken Flowers (2005), atipico film sentimentale con uno strepitoso Bill Murray, Solo gli amanti sopravvivono (Only Lovers Left Alive, 2013), ipnotica e fascinosa storia di vampiri con Tom Hiddleston e Tilda Swinton, e Paterson (2016), dramma minimalista di rara poesia con Adam Driver protagonista.
Ordina Per

Film di Jim Jarmusch

Nessun film presente
Ordina Per

Film con Jim Jarmusch

Nessun film presente
Maximal Interjector
Browser non supportato.