The Neon Demon
The Neon Demon
2016
Paesi
Francia, Usa, Danimarca
Generi
Horror, Thriller
Durata
110 min.
Formato
Colore
Regista
Nicolas Winding Refn
Attori
Elle Fanning
Jena Malone
Christina Hendricks
Keanu Reeves
Abbey Lee
Bella Heathcote
Desmond Harrington
Jesse (Elle Fanning) è una giovane modella che dalla periferia americana si trasferisce a Los Angeles per intraprendere la strada del successo. Apprezzata dagli stilisti e guardata con invidia dalle colleghe, si accorgerà presto che il mondo in cui è capitata è decisamente più brutale di quanto potesse immaginare. A tre anni di distanza dal precedente Solo Dio perdona (2013) Nicolas Winding Refn torna dietro la macchina da presa per firmare un'opera perfettamente calata nel suo stile visionario ed estremo, qui utilizzato per raccontare una storia tanto lineare quanto esile, impiegata quasi esclusivamente come trampolino di lancio per le fantasticherie visive dell'autore. The Neon Demon è un vortice ipnotico e disturbante, un viaggio tenebroso verso le profondità più estreme dell'ossessione estetica (sia diegeticamente che cinematograficamente parlando) in cui il regista danese non riesce a trovarsi del tutto a suo agio: in mezzo a diversi momenti suggestivi e fin magnetici (la scena in cui Jesse si prepara a essere fotografata con il corpo colorato d’oro), sono altrettante le sequenze ridondanti e vittime di un autocompiacimento che supera il livello di guardia. La parabola discendente intrapresa da Jesse convince quando il film racconta il vuoto interiore, individuale prima ancora che collettivo, di un mondo superficiale basato sull'apparenza e privo di qualsivoglia rapporto umano o valore fondante. Eppure è proprio nel momento in cui il regista si addentra su strade più rischiose e meno battute (la cannibalizzazione dello sguardo in primis) che il progetto non trova il compimento e la maturità adeguati, ingabbiandosi in parentesi stereotipate che lasciano covare il dubbio che siano state pensate esclusivamente per assicurarsi il gradimento del pubblico di genere. Affascinante la prima parte, decisamente in calo la seconda. Presentato in concorso al Festival di Cannes del 2016.
Maximal Interjector
Browser non supportato.