Pane e tulipani
2000
Paesi
Italia, Svizzera
Generi
Sentimentale, Commedia
Durata
114 min.
Formato
Colore
Regista
Silvio Soldini
Attori
Licia Maglietta
Bruno Ganz
Giuseppe Battiston
Antonio Catania
Marina Massironi
Di ritorno da una squallida gita organizzata, la casalinga Rosalba (Licia Maglietta) viene dimenticata in un autogrill: ferita dall'indifferenza della famiglia, decide di prendersi una piccola rivincita e partire per Venezia. Riuscirà a realizzarsi pienamente e incontrerà nuovi amici, tra cui l'ingenua massaggiatrice Grazia (Marina Massironi) e il timido cameriere Fernando (Bruno Ganz), ma il marito Mimmo (Antonio Catania) è sulle sue tracce. Delicata commedia diretta da Silvio Soldini, anche sceneggiatore con Doriana Leondeff. Toni leggeri e sommessi, uniti a uno stile sobrio e lineare, per tratteggiare temi importanti quali la solitudine e l'emarginazione della donna all'interno del nucleo familiare: il regista sceglie di basare lo sviluppo narrativo sulle vicissitudini della sua protagonista, assumendone totalmente il punto di vista e seguendone la crescita esistenziale ed emozionale, con uno spessore inaspettato e insolito per il cinema italiano contemporaneo. Qualche cedimento strutturale nella parte centrale (il passato di Fernando, non così interessante e funzionale), ma il ritmo è sostenuto, le situazioni abbastanza stralunate da risultare divertenti e la caratterizzazione dei comprimari mai eccessiva (la svampita Grazia, adorabile nella sua ostinata ricerca del vero amore). Notevole la realizzazione delle sequenze oniriche, realizzate senza alcun tipo di escamotage stilistico ma discretamente stranianti nelle loro casuali e progressive incoerenze. Cast in ottima forma: convincente Licia Maglietta, misurato Bruno Ganz (entrambi vincitori di un David di Donatello come migliori attori protagonisti). Giuseppe Battiston è Costantino Caponangeli. Fotografia di Luca Bigazzi.
Maximal Interjector
Browser non supportato.