King of New York
King of New York
1990
Paesi
Italia, Usa, Gran Bretagna
Generi
Gangster, Noir
Durata
103 min.
Formato
Colore
Regista
Abel Ferrara
Attori
Christopher Walken
Victor Argo
Laurence Fishburne
David Caruso
Wesley Snipes
Steve Buscemi
Il boss malavitoso Frank White (Christopher Walken) torna a New York dopo un periodo di reclusione a Sing Sing. Frank cerca di riprendere il controllo dello spaccio di droga in città, rimettendo in riga l'emergente concorrenza, mentre con i proventi della sua attività vuole realizzare un ospedale per i poveri che salvi dal degrado la “sua” gente. Ma il "Re di New York" dovrà difendersi dalle attenzioni della polizia, in particolare del detective Roy Bishop (Victor Argo). Ennesimo ritorno di Ferrara sui luoghi di origine per descrivere le gesta dell'unico “monarca” possibile in una metropoli contemporanea: uno spacciatore dai saldi principi morali, “amico dei neri” (come viene beffardamente definito dai rivali), in lotta con poliziotti dalla dubbia condotta e animato da un ideale altruista che nobilita e “giustifica” la sua attività. Forse il limite della pellicola è proprio questo: l'ambigua immedesimazione con un boss destinato al sacrificio finale rende meno coerente la riflessione sul male insito nell'uomo che sarà ripresa nelle pellicole successive. Detto ciò, King of New York è un film piuttosto solido e servito da un cast di prim'ordine, Walken in testa, ma con menzioni speciali anche per Fishburne e Buscemi da una parte (due degli sgherri di White) e Caruso e Snipes dall'altra (i detective che affiancano Bishop). Ferrara poi è a briglia sciolta e non si fa mancare nulla: un accenno di sesso in metropolitana, l'affronto di un rivale che orina sulle scarpe dell'ambasciatore di White e soprattutto il balletto con cui questi si ripresenta dopo la detenzione alla sua gang. Eccessivo e divertente, anche se un po' sopravvalutato dai fan del regista.
Maximal Interjector
Browser non supportato.