Lo smemorato di Collegno
1962
Paese
Italia
Generi
Commedia, Drammatico
Durata
87 min.
Formato
Bianco e Nero
Regista
Sergio Corbucci
Attori
Totò
Nino Taranto
Yvonne Sanson
Erminio Macario
Aroldo Tieri
Mario Pisu
Pietro Carloni
Gisella Sofio
In un'aula di tribunale si tenta di scoprire la vera identità di un uomo che ha perso la memoria (Totò): una ricca signora sostiene che sia suo marito, un ladruncolo lo accusa di essere suo complice in un furto e una donna con un bambino ne riconosce il consorte da molto disperso in guerra. Ispirato a un fatto realmente accaduto, che vedeva protagonista un reduce dalla Grande Guerra, Lo smemorato di Collegno alterna i classici momenti comici monopolizzati da Totò, se non condivisi coi suoi fidati compagni di scena (qui, in particolare, Macario e Nino Taranto), a sequenze in cui il tema originario preme più decisamente. Il protagonista si mostra estremamente permeabile ai diversi toni, ma il film fatica a stargli appresso. Corbucci sembra a volte a disagio col tono più serioso e soprattutto non riesce ad amalgamare i diversi aspetti della storia, scindendola in sequenze troppo isolate e non tutte dello stesso valore cinematografico. Peccato, perché il finale è invece interessante e coraggioso, scegliendo una risoluzione (senza risoluzione) e salutando gli spettatori con uno dei momenti più famosi del repertorio da rivista di Totò: la parodia dei discorsi di Mussolini, qui in versione muta.
Maximal Interjector
Browser non supportato.