Tutta la vita davanti
2008
Paese
Italia
Genere
Commedia
Durata
117 min.
Formato
Colore
Regista
Paolo Virzì
Attori
Isabella Ragonese
Micaela Ramazzotti
Massimo Ghini
Valerio Mastandrea
Sabrina Ferilli
Elio Germano
Caterina Guzzanti
Marta (Isabella Ragonese) è una brillante studentessa siciliana che vive a Roma: dopo l'ottimo percorso di studi, si sente felice e fiduciosa perché ha "tutta la vita davanti". Poco dopo, però, inizia per lei un cammino amaro: per mantenersi lavora come baby-sitter e operatrice di call center in un'azienda che premia o redarguisce le performance dei suoi dipendenti con rituali da reality show. Ispirandosi a Il mondo deve sapere di Michela Murgia, Paolo Virzì firma il suo ottavo lungometraggio: un ritratto generazionale scritto con la macchina da presa da un regista abituato a reinterpretare e attualizzare la classica commedia all'italiana. Sceneggiato dallo stesso Virzì insieme al fidato Francesco Bruni, Tutta la vita davanti è una commedia dal forte respiro sociologico che, pur utilizzando diversi stereotipi (la cosiddetta "generazione mille euro"), risulta credibile e convincente. Dallo sguardo sul precariato economico fino all'incertezza esistenziale che affligge i neolaureati figli della crisi, si indaga anche lo spaesamento post-universitario di chi si affaccia a un mondo lavorativo dove non esiste meritocrazia. Così quel "tutta la vita davanti" risuona in Marta come una minaccia, almeno fin quando non riuscirà a trovare del buono in una voce telefonica o ad applicare la filosofia di Heidegger ai reality per rileggere con la sua intelligenza quella società che la deprime. Vincitore di due nastri d'argento nel 2008: regista del miglior film e miglior attrice non protagonista (Sabrina Ferilli).
Maximal Interjector
Browser non supportato.