Valhalla Rising
Valhalla Rising
2009
Paesi
Danimarca, Gran Bretagna
Generi
Drammatico, Avventura, Fantasy
Durata
93 min.
Formato
Colore
Regista
Nicolas Winding Refn
Attori
Mads Mikkelsen
Maarten Stevenson
Alexander Morton
Matthew Zajac
Stewart Porter
Andrew Flanagan
Sei capitoli per altrettante tappe di un percorso verso la redenzione. One-eye (Mads Mikkelsen) è un guerriero muto e senza un occhio, prigioniero di un gruppo di vichinghi. Dopo essere riuscito a fuggire, intraprende un viaggio insieme a un gruppo di cristiani, intenzionati a raggiungere la terra santa. Arrivati a destinazione, però, scoprono che la meta raggiunta non è quella che si erano prefissati. Il film probabilmente più ambizioso di Nicolas Winding Refn, un'opera sporca e ruvida che fa emergere in maniera cristallina i pregi del suo cinema e la sua anima più scomoda e allucinata: Valhalla Rising è infatti colmo di simbolismi e metafore, tutte a segno e gestite con robusta e mai timorosa padronanza di sé e dei propri mezzi. Sorta di apocalisse machista in terra vichinga, un'opera esigente e possente, capace com'è di scuotere con veemenza i propri immaginari di riferimento, su tutti ovviamente la mitologia nordica. La stupefacente potenza visiva del film, poi, lascia senza fiato: una sinfonia di suoni arcani, musiche e colori desaturati in grado di condurre lo sguardo attraverso un viaggio mistico e senza punti di riferimento concreti, capace di fluire senza appigli davanti agli occhi dello spettatore e di coglierlo costantemente di soppiatto. Un ibrido affascinante e risolto, che affonda le mani nel sangue e nel fango e non si censura neanche al cospetto di interrogativi e tensioni metafisiche, appena accennati ma sostenuti a dovere da una consapevolezza reale e non certo risolti sbrigativamente. È il film che, prima dell'exploit di Drive (2011), ha contribuito a sviluppare maggiormente la diatriba critica relativa alla figura del regista, creando fazioni contrapposte di ammiratori e detrattori. Una polarizzazione ideologica di sicuro non irrinunciabile, ma che la dice lunga sulla natura di un cinema spesso fertile e gravido di stimoli: una generosità audiovisiva che in Valhalla Rising si ritrova in toto.
Maximal Interjector
Browser non supportato.