Cane di paglia
Straw Dogs
1971
Paesi
Usa, Gran Bretagna
Generi
Thriller, Drammatico
Durata
113 min.
Formato
Colore
Regista
Sam Peckinpah
Attori
Dustin Hoffman
Susan George
Peter Vaughan
T.P. McKenna
Del Henney
Jim Norton
Il mite matematico David (Dustin Hoffman) si trasferisce con la moglie (Susan George) in un villaggio della Cornovaglia, dove faticano a inserirsi nella diffidente comunità del posto. Un gruppo di uomini mette gli occhi sulla donna, ma l'ira di David si sfogherà nel momento in cui si troverà a difendere la propria casa. Per la prima volta, Sam Peckinpah esce dai territori del West, si cala nella contemporaneità e ci regala una delle più spietate riflessioni sulla violenza di tutti gli anni '70. Rileggendo il romanzo di Gordon Williams, ma guardando anche ai saggi degli etologi Robert Ardrey e Konrad Lorenz, il regista americano trascina lo spettatore in un thriller carico di tensione in cui, in un contesto solo apparentemente bucolico, l'intellettuale colto si contrappone alla massa che ragiona secondo regole ataviche e istintuali. Roventi furono le polemiche scatenatesi all'uscita in sala, con accuse di misoginia ed eccessiva morbosità nelle scene cruente (lo stupro, lo scontro finale di una crudeltà quasi insostenibile). Evidentemente, non capirono la modernità della poetica dell'autore, che non giustifica la legittima difesa, ma la rappresenta come un dato di fatto, un aspetto innato nella natura in fondo animalesca dell'uomo moderno: si badi bene, poi, all'ambiguità tutt'altro che superficiale del protagonista, impersonato da un superlativo Dustin Hoffman. Nel 2011 è stato realizzato un inutile remake, per la regia di Rod Lurie, con James Marsden e Kate Bonsworth (il cui titolo italiano è però Cani di paglia).
Maximal Interjector
Browser non supportato.