La mala educación
La mala educatión
2004
Paese
Spagna
Generi
Drammatico, Noir, Erotico
Durata
106 min.
Formato
Colore
Regista
Pedro Almodóvar
Attori
Gael García Bernal
Fele Martínez
Javier Cámara
Lluís Homar
Daniel Gimenez Cacho
Francisco Boira
Madrid, 1980. Enrique Goded (Fele Martínez), giovane regista in cerca di una storia per il suo film successivo, si imbatte in Juan (Gael García Bernal), che si spaccia per Ignacio, ex compagno di collegio di Enrique. Un doloroso passato riaffiora e sconvolge le loro esistenze. Al suo sedicesimo lungometraggio, Pedro Almodóvar ha intrapreso un inquietante ma al contempo suggestivo viaggio alle origini dei suoi tragici ricordi adolescenziali (le sevizie in ambito clericale in primis), oltre che alle ragioni della creazione artistica e della trasposizione di bios e pathos, realizzando un dramme dalle tinte fosche che tocca tangenzialemte il noir per sfociare in un appassionato melodramma. Dal punto di vista narrativo, il film interseca diversi piani di lettura, diventando un vero e proprio mosaico dell'anima. La vicenda viene ricostruita su tre livelli: quello del racconto vero e proprio, quello della sua trasposizione nel film e infine la rappresentazione che, della stessa storia, si attua nella pellicola che vediamo. Il vissuto del regista, presente come in tutti i suoi film, è “contaminato” e metabolizzato: attraverso una raffinata operazione estetico-formale, la materia di cui è composto lo sfaccettato universo almodovariano diventa prima di tutto una fine riflessione sul cinema in un osmotico gioco di rimandi e citazioni, dove il confine tra realtà e finzione, seppur con qualche vizio di troppo, acquista ancora più fascino che in passato. Fin troppo ricchi di collegamenti e rime interne, i piani della narrazione scorrono l'uno sull'altro non senza qualche forzatura. Attori superbi e grande atmosfera, grazie alle luci sature di José Luis Alcaine.
Maximal Interjector
Browser non supportato.