Ancora vivo
Last Man Standing
1996
Paese
Usa
Generi
Azione, Gangster, Noir
Durata
101 min.
Formato
Colore
Regista
Walter Hill
Attori
Bruce Willis
David Patrick Kelly
Ned Eisenberg
William Sanderson
Bruce Dern
Christopher Walken
Karina Lombard
Alexandra Powers
Durante il Proibizionismo, un misterioso pistolero che si fa chiamare John Smith (Bruce Willis) passa per la cittadina di Jericho nella sua strada verso il Messico. Qui sembra non abitare nessuno, se non gli esponenti di due gang rivali che attendono solo di regolare i conti. Smith si scontra prima con il capo della fazione irlandese Doyle (David Patrick Kelly) e poi con l'italiano Strozzi (Ned Eisenberg): si mette al servizio di entrambi, seduce le loro donne e alla fine fa fuori tutti, tranne il barista (William Sanderson) ma compreso un killer (Christopher Walken) arrivato da Chicago. A Hill viene concesso ciò che Sergio Leone non si preoccupò di chiedere quando girò Per un pugno di dollari (1964): il diritto di rifare La sfida del samurai (1961) di Akira Kurosawa, aggiornandolo stavolta all'epoca dei gangster. Il risultato è però deludente, stilizzato e al tempo stesso espressionista (specie nelle sparatorie): forse ambirebbe a toni da fumetto noir. Invece ne risulta un pasticcio francamente noioso, dove non funziona nemmeno Willis e in cui l'innegabile mestiere del regista nelle scene d'azione è mal utilizzato come raramente gli era successo nella sua carriera. Per chi conosce i modelli da cui è tratto, poi, è davvero difficile resistere fino al termine.
Maximal Interjector
Browser non supportato.