Primavera, estate, autunno,inverno... e ancora primavera
Bom yeoreum gaeul gyeoul guerigobom
2003
Paesi
Corea del Sud, Germania
Genere
Drammatico
Durata
103 min.
Formato
Colore
Regista
Kim Ki-duk
Attori
Oh Young-su
Kim Jong-ho
Seo Yae-kyung
Kim Young-min
Kim Ki-duk
Song Min-young
In un eremo buddista al centro di un lago isolato, un anziano maestro (Oh Young-su) accoglie un giovane discepolo (Kim Jong-ho). Attraverso le quattro stagioni si dipana l'arco esistenziale del novizio: dalla fanciullezza all'età adulta, dall'incoscienza alla piena consapevolezza di sé. Fino a una nuova primavera, simbolo del successivo e ciclico passaggio di consegne. Al nono film in sette anni di intensa carriera, Kim Ki-duk rielabora e mitiga i tratti caratteristici della propria poetica. Primavera, estate, autunno, inverno... e ancora primavera, rispetto agli eccessi – violenti e misogini, secondo i detrattori – degli esordi, è un'opera inattaccabile e cristallina, che cerca un dialogo con lo spettatore immergendolo nella contemplazione “ascetica” di uno scorcio di natura incontaminata. La vita è una eterna coazione a ripetere, che segue la circolarità imperturbabile delle stagioni, e l'essere umano asseconda inesorabilmente questa logica. Il susseguirsi di conoscenze e sofferenze, di gioie e dispiaceri è per Kim un disegno già scritto, non il frutto di libere scelte: gli insegnamenti dei maestri non servono a evitare gli errori, bensì a comprenderli e a farne uso quando a nostra volta ci ritroveremo a “istruire” coloro i quali ne avranno bisogno. Una riflessione limpida e articolata attraverso i cinque capitoli di riferimento, associati a cinque animali “simbolo” – un cane, un gallo, un gatto, un serpente e una tartaruga – e ad altrettanti registri narrativi: fiaba e commedia, dramma e ironia, fino al catartico epilogo morale. Splendido, dal primo all'ultimo minuto. A interpretare il monaco adulto durante l'inverno è lo stesso Kim Ki-duk, che si cuce addosso il ruolo del dolore verso se stesso e verso gli altri. Girato su un monastero galleggiante costruito appositamente per le riprese sul lago coreano di Jusan, dopo una trattativa con il Ministero dell'Ambiente durata sei mesi.
Maximal Interjector
Browser non supportato.