Luis

Buñuel

22 febbraio 1900, Calanda (Spagna) — 29 luglio 1983, Città del Messico (Messico)
Premi Principali
Leone d'oro alla carriera alla Mostra del Cinema di Venezia 1982
Oscar al miglior film straniero 1973
Leone d'oro alla Mostra del Cinema di Venezia 1967
Palma d'oro al Festival di Cannes 1961
Premio per la miglior regia al Festival di Cannes 1951
Regista, sceneggiatore e produttore spagnolo naturalizzato messicano, lega indissolubilmente il suo cinema al Surrealismo, movimento di cui è un esponente di spicco sul versante cinematografico. Tra i più importanti autori della storia del cinema, durante la dittatura franchista è costretto a realizzare le sue opere in Francia, Messico e Stati Uniti. Temi fondanti della sua poetica sono l'inconscio, la sessualità, la critica antiborghese e un feroce spirito anticlericale per cui gli vengono rivolte anche accuse di blasfemia. Esordisce nel 1929 con Un chien andalou, cortometraggio surrealista di importanza capitale realizzato con l'amico Salvador Dalì. Del 1950 è il suo primo capolavoro, I figli della violenza (Los olvidados). All'interno di una filmografia di altissimo livello, i titoli di maggiore importanza sono Viridiana (1961), Palma d'oro a Cannes, L'angelo sterminatore (El ángel exterminador), Bella di giorno (Belle de jour, 1967), Leone d'oro alla Mostra del Cinema di Venezia, Il fascino discreto della borghesia (Le charme discret de la bourgeoisie), suo capolavoro assoluto, Oscar al miglior film straniero, e Quell'oscuro oggetto del desiderio (Cet obscur objet du désir, 1977), suo ultimo film.
Ordina Per

Film di Luis Buñuel

Nessun film presente
Ordina Per

Film con Luis Buñuel

Nessun film presente
Maximal Interjector
Browser non supportato.